Vasco Day, gli irriducibili sotto l’acqua


05 settembre 2011 —   pagina 14   sezione: Nazionale

di Evaristo Sparvieri wZOCCA La pioggia rovina la festa, bloccando sul più bello il terzo “Raduno nazionale della combriccola del Blasco”, la manifestazione promossa da Comune e Pro Loco di Zocca, in collaborazione con PromAppennino, Radio Pico e scuola di musica “Massimo Riva”. Eppure i presupposti per un grande raduno c’erano tutti, con un pellegrinaggio di fan iniziato già sabato sera. Continua a leggere


Diego Spagnoli «Ora lo vedo più tranquillo»


05 settembre 2011 —   pagina 14   sezione: Nazionale

ZOCCA «Il cielo lasciamolo ai passeri, noi restiamo con i piedi per terra». Tutti i fan di Vasco conoscono questa frase, recitata durante ogni concerto. È la voce di Diego Spagnoli a pronunciarla, direttore di palco dei concerti del Blasco da circa 30 anni. Come tanti amici, anche Spagnoli nel Vasco-day si è aggirato tra i fan in visibilio sotto la pioggia per autografi e foto. «Se non lo festeggia Zocca, chi altro? – scherza – le feste in onore di Vasco si moltiplicano, soprattutto ora che è stato annullato il tour». Come è iniziato ilsodalizio? «Era il 1982. Ho sentito per caso Albachiara alla radio. La prima cosa che ho pensato è stata che si trattava di una vera poesia. Subito ho avuto voglia di organizzare un concerto con lui nel mio locale a Brescia. Poi, da cosa nasce cosa». Ne avete viste tante. «Come per ogni lavoro, tra alti e bassi, ma sempre vissuti insieme. È cambiato tutto il contorno attorno a noi, ma è rimasto fondamentale il rapporto col pubblico». E ora? «A Vasco piace giocare con le parole. Credo che ora si senta un po’ schiacciato dalla sua immagine e cerchi di liberarsene. Ma ora lo vedo più sereno».


Oggi a Venezia il film documentario


05 settembre 2011 —   pagina 14   sezione: Nazionale

Ieri, oggi e domani: la tre giorni dedicata a Vasco prosegue oggi a Venezia, dove in occasione della Mostra internazionale del cinema verrà presentato “Questa storia qua”, documentario sulla vita e sul percorso artistico del Blasco a firma di Alessandro Paris e Sybille Righetti. Il film, un vero e proprio ritratto del rocker di Zocca, è stato realizzato con materiale inedito. E proprio nella sua Zocca domani la pellicola uscirà in anteprima nazionale: due le proiezioni aperte al pubblico, alle 20.30 e alle 22.30, nel cinema “Antica Filmeria Roma”, dove resterà in cartellone fino al 19 settembre. Da mercoledì la pellicola uscirà in tutte le sale italiane.


«Un grande che colpisce sempre»


05 settembre 2011 —   pagina 14   sezione: Nazionale

ZOCCA «Siamo tutti qui per lui». Così il sindaco Pietro Balugani aveva aperto dal palco di piazza del Mercato il terzo raduno nazionale della Combriccola del Blasco, davanti a centinaia di fan che hanno sfidato freddo e pioggia pur di festeggiare il loro idolo. «Vasco ha degli ingredienti speciali – ha esordito il sindaco, chiamato sul palco dal direttore artistico della manifestazione, Patrizia Monari – è una persona che trasmette qualcosa più degli altri e come cantante riesce a colpire sempre. Il suo messaggio va al di là di musica e parole: io penso sia un grande». E mentre il primo cittadino introduceva allo spettacolo, davanti al municipio tanti fan si accalcavano per girare il “megaclippino” da consegnare al mitico Blasco. Il video sarà presto pubblicato sul sito ufficiale del rocker vascorossi.net. «Sono arrivati da tutta Italia – racconta Enrico “Il funambolo” Mezzoni, ideatore del “clippino” per Vasco – persone di tutte le età, giovanissimi ma anche anziani: tutti hanno voluto rendere il loro saluto al grande Vasco».(espa)


Trenta allievi per ricordare Riva


05 settembre 2011 —   pagina 14   sezione: Nazionale

ZOCCA Giovani rockstar crescono. Sul palco di piazza del Mercato anche i ragazzi della scuola di musica Massimo Riva, accompagnati da due musicisti d’eccezione: Daniele Bagni, bassista dei Litfiba e Lele Leonardi, chitarrista di Nek, Irene Grandi e Biagio Antonacci, che tra una tournée e l’altra dispensano il loro sapere a giovani promesse del mondo della musica. «Entusiasmo e motivazioni: tutto ciò che hai dentro cerchi di trasmetterlo. Tutto – racconta Leonardi mentre i suoi allievi scaldano gli strumenti nella sala prove – sono fantastici, ti spremono fino all’ultimo, ma vederli soddisfatti, non ha prezzo». Sono circa una trentina gli allievi della scuola dedicata allo storico chitarrista di Vasco, tragicamente morto nel 1999. Ragazzi giovani ma con le idee chiarissime. Come testimoniano il 19enne Alonso Astete, il 17enne Andrea D’Aniello e il 21enne Franco Damian. Sul palco ognuno con il proprio strumento: chitarra, basso, batteria. «Essere di Zocca vuol dire per noi avere un sacco di opportunità per farci conoscere – affermano – eventi come questo sono importanti per fare esperienza, per entrare nel giro e per conoscere gente». Insomma, tutti e tre concordano: «Essere dello stesso paese di Vasco Rossi ci invoglia a suonare». Ma come vivono questi ragazzi la vicinanza con la più grande rockstar italiana? «Per noi è un rapporto quotidiano – dicono – quando viene a Zocca è normalissimo vederlo. Cerchiamo di lasciarlo in pace e non dargli troppo fastidio»


Attesi in migliaia per il Vasco Day


04 settembre 2011 —   pagina 23   sezione: Nazionale

di Evaristo Sparvieri ZOCCA Il pellegrinaggio è iniziato. Migliaia di fan in trepidazione hanno invaso le strade di Zocca, dove oggi prende il via la terza edizione del “Raduno nazionale della combriccola del Blasco”. Oltre tremila le presenze l’anno scorso, per un appuntamento promosso da Comune e Pro Loco, in collaborazione con PromAppennino, Radio Pico e scuola di musica “Massimo Riva”. Continua a leggere


E alla mostra di Venezia approda il film documentario sulla sua vita


04 settembre 2011 —   pagina 23   sezione: Nazionale

Mentre Zocca allestisce il megaraduno e accoglie nella giornata di oggi le migliaia di fan di Vasco Rossi, domani sarà la mostra del cinema di Venezia a dedicare una giornata a Vasco Rossi, con l’attesa proiezione di “Questa storia qua”, il film documentario sulla vita e sul percorso artistico del mitico Blasco realizzato con materiale inedito da Alessandro Paris e Sibylle Righetti. Infatti martedì proprio a Zocca la pellicola sarà proiettata in anteprima nazionale: due gli spettacoli aperti al pubblico, alle 20.30 e alle 22.30 nel cinema “Antica Filmeria Roma”, dove il film rimarrà fino al 19 settembre. Dal prossimo 7 settembre, la pellicola uscirà in tutte le altre sale italiane. A chiudere il documentario dedicato al Blasco, il singolo “I soliti”, definito da Vasco Rossi stesso la “Siamo solo noi” di oggi, lanciato su Facebook qualche giorno fa e subito in vetta alle classifiche di vendita su iTunes


Sarà Bottura l’oste del tortellino


03 settembre 2011 —   pagina 20   sezione: Nazionale

CASTELFRANCO Un oste mondiale ma che giocherà in casa. Sarà Massimo Bottura il protagonista della prossima edizione della sagra del Tortellino tradizionale di Castelfranco, manifestazione che nel 2011 festeggia il trentennale. Ad organizzare l’annuale appuntamento è l’Associazione di volontariato La San Nicola che, con la partecipazione del Comune, ha scelto il noto chef e patron dell’Osteria Francescana per un’iniziativa che intende valorizzare uno dei prodotti tipici modenesi più celebri al mondo. Bottura, riconosciuto come migliore cuoco del mondo dall’Accademia internazionale di cucina con sede a Parigi, verrà insignito dell’ambito riconoscimento domenica 18 settembre. Ancora mistero, invece, su chi indosserà i panni della dama, ma dall’associazione annunciano che si tratterà di una giornalista conosciuta a livello internazionale. «Non è un caso – commenta Gianni Degli Angeli, presidente dell’Associazione La San Nicola – che proprio nell’anno in cui l’Istituto superiore Spallanzani avvierà il percorso di studio gastronomico quinquennale, abbiamo scelto un testimone di fama mondiale. Il nostro obiettivo è accendere i riflettori su quella che effettivamente è una delle eccellenze del nostro territorio, la cucina». Più che soddisfatto della scelta anche il sindaco Stefano Reggianini: «Sono fiero – afferma – di appoggiare una manifestazione che, con circa 35mila visitatori ogni anno, rappresenta una vera e propria vetrina per la nostra tradizione culinaria. Un sentito ringraziamento va all’Associazione La San Nicola e a Massimo Bottura”. L’iniziativa prende il via sabato 10 settembre, con un’anteprima in piazza della Vittoria, dove dalle 20 saranno aperti gli stand gastronomici per gustare il celebre tortellino. Ma per tutta la settimana, si alterneranno musica, cultura, spettacoli e divertimento. Da non perdere, l’appuntamento di domenica 11 con Radio Stella Live e il concerto di lunedì 12 di Andrea Mingardi, entrambi in piazza Bergamini alle 21.30. (e.spa.)


Scuole, allarme Cgil sui macro istituti: «Efficienza a rischio»


03 settembre 2011 —   pagina 17   sezione: Nazionale

«Consideriamo preoccupanti le iniziative che starebbero adottando alcune amministrazioni comunali come Sassuolo, Formigine e Guiglia, che determinerebbero una riduzione della rete scolastica a scapito del funzionamento e della qualità del servizio, creando “macro-istituti” comprensivi di 1.700-1.800 studenti e riducendo le autonomie scolastiche e quindi le dirigenze». È l’allarme lanciato dalla Flc-Cgil, che alla vigilia del nuovo anno scolastico punta il dito sulla manovra finanziaria di luglio che prevede la trasformazione di tutte le direzioni didattiche e le scuole medie uniche in istituti comprensivi con almeno mille studenti, numero necessario per avere il riconoscimento dell’autonomia scolastica e quindi diventare sede di dirigenza. Continua a leggere


A formigine i dirigenti scolastici resteranno tre


03 settembre 2011 —   pagina 17   sezione: Nazionale

«Formigine non sta adottando nessuna iniziativa ed abbiamo preso atto di quanto disposto dal decreto riservandoci di fare tutte le valutazioni con i dirigenti scolastici nei prossimi mesi. In ogni caso su Formigine, l’eventuale istituzione di comprensivi non dovrebbe determinare alcuna riduzione delle dirigenze, che oggi sono 3 per un totale di oltre 3mila alunni». Così il vicesindaco di Formigine Antonietta Vastola risponde all’allarme della Flc-Cgil sulla possibilità che nascano nella provincia “macro-scuole ingovernabili”. «Il problema del dimensionamento scolastico in attuazione della manovra riguarda molti altri Comuni modenesi – afferma Stefano Colombini, segretario Flc-Cgil (nella foto) – anche Modena dovrà sopprimere 8 direzioni didattiche e 5 scuole medie per trasformarle in istituti comprensivi».